La notte del Liceo Classico: un successo che si rinnova

Lo scorso venerdì 6 maggio in tutta Italia i Licei Classici hanno celebrato la loro notte, un'iniziativa volta a promuovere l'identità di una scuola che colloca il suo asse formativo sulla sintesi ideale fra i capisaldi di una classicità, che è la radice dell'Occidente, e la proiezione verso un futuro in cui la duttilità della mente sarà la qualità più richiesta nel panorama delle professioni. Anche il Liceo Classico del Polo Liceale Città di Sondrio, per sei ore, ha aperto le sue porte a quanti desideravano partecipare ad una kermesse che ha visto come protagonisti gli studenti. I diversi quadri messi in scena hanno presentato miti e figure significative della civiltà classica greco-romana. Sotto il sapiente coordinamento della professoressa Valeria Grassi tutti hanno offerto il loro contributo, esaltando creatività ed espressività. Un ottimo modo per sfatare il luogo comune di una scuola interamente circoscritta nel perimetro di uno studio matto e disperatissimo. Studio sì, ma anche fantasia, calore umano, creatività e voglia di mettersi in gioco. Perché il futuro è già oggi, ed al Liceo Classico lo coltiviamo come una pianta che neppure la cupezza del tempo presente può far avvizzire.

Scarica qui un articolo su "La Provincia di Sondrio" dedicato all'iniziativa

Scarica qui un articolo sul Settimanale della Diocesi di Como